Construction Equipment Italia

La Var srl cresce in connettività degli impianti e delle macchine Volvo con un’attenzione particolare alla riduzione dei consumi

Il nuovo report “Efficienza dei Consumi” offre all’azienda la possibilità di gestire la propria flotta in crescita in maniera efficiente ed ecosostenibile   

La Var srl, azienda con sede a Belgioioso, nata dell’idea e dall’impegno del proprietario Carlo Clerici che fin dal 1993 si è impegnato per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie per avviare la produzione di fanghi ad uso agronomo, sta investendo per diventare sempre di più un’industria 4.0.

Con il nuovo piano aziendale, sostenuto anche dal passaggio da 6 a 12 dipendenti, l’impresa intende portare la produzione di 50 mila tonnellate di fanghi a 149 mila tonnellate, sostituendo progressivamente il trattamento dei fanghi con quello del compost, limitandone la produzione a 20mila tonnellate fa sapere il titolare Carlo Clerici. Che spiega: “Il nuovo ciclo produttivo prevede la produzione di un vero e proprio compost, riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole come ammendante”

“Dalla lavorazione si otterrà non un rifiuto ma un prodotto che può essere commercializzato anche nelle filiere dei consorzi agrari e utilizzato come ammendante ai fertilizzanti nei normali cicli di produzione agricola, compresa l’orticoltura e la floricoltura" - spiega Clerici "La procedura avviene con un processo aerobico e senza l’impiego di sostanze chimiche.”

Volvo CE Italia è a fianco dell’azienda fin dall’inizio, dapprima con una pala L70 e ad oggi con ben due nuove pale L110H, rinnovate e ancora meglio delle versioni precedenti grazie ad una riduzione del 20% dei consumi di carburante e ad un aumento del 5% della produttività. Il titolare, con un passato da operatore, ci fa sapere che oltre ad essere belle da guidare, le pale Volvo sono state scelte perché l’interesse dell’azienda è che la movimentazione del materiale sia svolto il più velocemente possibile per poter fare più cicli di produzione considerato che ogni ritardo si traduce in tempo e soprattutto in soldi persi. 

Le pale L110H grazie alla loro agilità, velocità e compattezza riescono a svolgere l’attività di accumulo dei fanghi e di carico e scarico dei camion negli spazi ridotti dei capannoni in decompressione garantendo la sicurezza delle operazioni.

Sebbene le due gemelle non abbiano paura di sporcarsi le benne, l’azienda le tratta con i guanti e per questo si affida al nuovo ed efficace “Report Efficienza dei consumi” che li aiuta a ridurre il consumo di carburante, cioè il singolo fattore di costo più importante, il Report sull'Efficienza dei consumi offre un approccio olistico all'efficienza di una flotta. Il rapporto individua le macchine che non vengono utilizzate come previsto, specificando quelle che presentano inutili costi per il carburante.
Inoltre, considerato che l’aumento della produzione prevede la necessità di ampliare il proprio parco macchine, la Var sta valutando anche di utilizzare il rapporto per verificare il conseguimento degli obiettivi specificati dall'azienda. Grazie alla possibilità che il report offre di verificare fino a 8 KPI personalizzati per le singole produzioni aziendali e di includere anche le spese di carburante a budget per prevedere i potenziali costi e risparmi, il report sta diventando un partner indispensabile per le industrie 4.0.


Luca Vassallo

Marketing & Digital Trainee

luca.vassallo@volvo.com